Chiediamo le immediate dimissioni del Sindaco De Magistris

Pregiati Consiglieri del Comune di Napoli,

a nome di migliaia di napoletani vi chiediamo di promuove e firmare la sfiducia al Sindaco Luigi De Magistris per la sua assoluta incapacità e inidoneità rispetto al delicato ruolo che ricopre.

Quello che vi chiediamo è un atto dovuto per il bene della città e per il rispetto dei cittadini ed è una responsabilità che siete tenuti urgentemente a prendere; oggi siete ancora in tempo per non essere complici del disastro che si sta consumando nella nostra e vostra città.

Questa amministrazione che voi rappresentate – ma che non rappresenta i napoletani – gestita in maniera dittatoriale da De Magistris, ha fatto registrare un repentino e costante declino di Napoli sotto tutti i punti di vista: economico, culturale e sociale.

I disagi aumentano quotidianamente rendendo la vita dei cittadini impossibile: più degrado, maggior povertà, aumento della criminalità, diminuzione del reddito procapite, cattiva gestione delle società gestite dal Comune, assenza totale di una programmazione delle priorità reali della città, spreco di denaro pubblico.

Secondo le classifiche stilate da autorevoli istituti statistici, Napoli è ormai all’ultimo posto per qualità della vita tra tutte le città dello Stivale: la città più invivibile d’Italia e mai così in basso. Mai!

Tutte queste accuse, assolutamente fondate ed ampiamente documentate, saranno nei prossimi giorni raccolte in un fascicolo che verrà inviato alla Procura della Repubblica Italiana a firma di migliaia di cittadini pronti a testimoniare affinché si intervenga per mettere fine agli abusi e soprusi del Sindaco Luigi De Magistris verso la città ed i cittadini di Napoli.

I consiglieri che non firmeranno la sfiducia al Sindaco saranno colpevoli di essersi opposti, pur ben conoscendola, alla volontà dei cittadini di Napoli, ma soprattutto saranno ugualmente responsabili di tutti i capi di accusa documentati e rivolti al Sindaco Luigi De Magistris.
Le conseguenze saranno pesantissime.

La presente lettera ha come scopo esclusivamente lo stimolo a prendere coscienza della gravità della situazione ed invogliarvi a fare la cosa giusta per il bene della città. Oggi forse siete ancora in tempo, domani sarà irrimediabilmente troppo tardi.

La presente lettera non ha alcuna connessione con il mondo della politica che è lontana anni luce dai problemi veri e seri di Napoli; è una denuncia che dà voce ai cittadini napoletani che sono stanchi di vivere in queste condizioni e che chiedono solo una città normale.

Firmato,
i cittadini napoletani.

Chiediamo le immediate dimissioni del Sindaco De Magistris

Pregiati Consiglieri del Comune di Napoli,

A nome di migliaia di napoletani vi chiediamo di promuove e firmare la sfiducia al Sindaco Luigi De Magistris per la sua assoluta incapacità e inidoneità rispetto al delicato ruolo che ricopre.

Quello che vi chiediamo è un atto dovuto per il bene della città e per il rispetto dei cittadini ed è una responsabilità che siete tenuti urgentemente a prendere; oggi siete ancora in tempo per non essere complici del disastro che si sta consumando nella nostra e vostra città.

Questa amministrazione che voi rappresentate - ma che non rappresenta i napoletani - gestita in maniera dittatoriale da De Magistris, ha fatto registrare un repentino e costante declino di Napoli sotto tutti i punti di vista: economico, culturale e sociale.

I disagi aumentano quotidianamente rendendo la vita dei cittadini impossibile: più degrado, maggior povertà, aumento della criminalità, diminuzione del reddito procapite, cattiva gestione delle società gestite dal Comune, assenza totale di una programmazione delle priorità reali della città, spreco di denaro pubblico.

Secondo le classifiche stilate da autorevoli istituti statistici, Napoli è ormai all'ultimo posto per qualità della vita tra tutte le città dello Stivale: la città più invivibile d'Italia e mai così in basso. Mai!

Tutte queste accuse, assolutamente fondate ed ampiamente documentate, saranno nei prossimi giorni raccolte in un fascicolo che verrà inviato alla Procura della Repubblica Italiana a firma di migliaia di cittadini pronti a testimoniare affinché si intervenga per mettere fine agli abusi e soprusi del Sindaco Luigi De Magistris verso la città ed i cittadini di Napoli.
I consiglieri che non firmeranno la sfiducia al Sindaco saranno colpevoli di essersi opposti, pur ben conoscendola, alla volontà dei cittadini di Napoli, ma soprattutto saranno ugualmente responsabili di tutti i capi di accusa documentati e rivolti al Sindaco Luigi De Magistris.
Le conseguenze saranno pesantissime.

La presente lettera ha come scopo esclusivamente lo stimolo a prendere coscienza della gravità della situazione ed invogliarvi a fare la cosa giusta per il bene della città. Oggi forse siete ancora in tempo, domani sarà irrimediabilmente troppo tardi.

La presente lettera non ha alcuna connessione con il mondo della politica che è lontana anni luce dai problemi veri e seri di Napoli; è una denuncia che dà voce ai cittadini napoletani che sono stanchi di vivere in queste condizioni e che chiedono solo una città normale.

Firmato,
i cittadini napoletani.

[signature]

1,563 signatures

Condividi con i tuoi amici:

   

[signaturelist id=”1″]

21 thoughts on “Chiediamo le immediate dimissioni del Sindaco De Magistris

  1. GRILLI VINCENZO scrive:

    E’ ora….

    • Marino Corona scrive:

      Ottimo ma bisogna fare anche le cose che appaiono, come scioperi o manifestazioni di piazza. Il Grillo docet. Siamo stanchi di essere amministrati da un arancione, pessimo magistrato e indecente Sindaco. Su Napoli oltre la pioggia è caduta la grandine del peso di un talento che preannunciava la apocalisse.
      A noi ci è capitato di peggio De Magistris.

  2. Pierluigi TROISE scrive:

    LA MANIFESTAZIONE E’ PER DOMANI ORE 11 PIAZZA MUNICIPIO SOTTO IL MUNICIPIO, ORGANIZZATA DA CITTADINANZA ATIVA, ASSOCIAZIONE APOLITICA CONTRO LE SCELTE DEL NARCISINDACO DEMAGOGISTRIS, DOFFONDETE ! I MEDIA LOCALI BOICOTTANO LA NOTIZIA !

  3. Lino torre scrive:

    Perchê credevo impossibile che ci fosse stato qualcuno che mi avrebbe fatto rimpiangere Rosetta:-(( poi al confronto Bassolino splende della stessa luce di Lorenzo il Magnifico. -:(( credo che anche la buonanima di Bombolo paragonato a lui sembra un gigante. Liberatecene

    • Raimondo scrive:

      Che De Magistris abbia dimostrato di essere un ciarlatano incompetente, è indiscutibilmente sotto gli occhi di tutti ma,paragonare a Lorenzo Il Magnifico quella ” chiavica ” di Bassolino è un’offesa ai napoletani ” per bene ” !!!!!!!!

  4. Enzo D'Elia scrive:

    È mai possibile che a Napoli qualsiasi iattura ci capiti, ce la teniamo e …”tiriamo a campare”?…
    É arrivato il momento di scendere in campo, di dimostrare che i Napoletani hanno spina dorsale e sono stanchi di essere amministrati da personaggi di tal fatta, di falliti nella loro attivitá professionale e che, grazie ad un manipolo di pochi sostenitori, profittando anche della stanchezza e dell’abbattimento dei cittadini per i fallimenti delle precedenti amministrazioni (sic!… oggi le rimpiangiamo finanche….), assumono il potere e …dall’alto… ci impongono le scelte demenziali che noi patiamo e loro osservano dalle loro macchine con lampeggianti….

    Ha spaccato una cittá, ad oggi ha realizzato solo le piste ciclabili (ma avesse una fabbrica di biciclette?), si accinge ad inaugurare la seconda kermesse della vela (che, dice, dá visibilitá alla cittá…di cosa? dei milioni di ambulanti per strada, del Gran Bazar da Istanbul trasferitosi all’ombra del Vesuvio, delle buche di strada con i cassonetti della munnezza dentro per evitare di caderci, etc…), legge in cronaca il “bollettino di guerra” quotidiano cui siamo sottoposti e…. sta ancora lí?

    BASTAAAAAAA.
    Ci ha espropriati della nostra magnifica cittá, ha fatto in modo di farci sentire degli estranei a casa nostra, di essere disorientati quando usciamo, nel vedere una cittá delirante che non riconosciamo piú e nella quale abbiamo persino difficoltá, non solo a muoverci, ma anche ad orientarci.
    Il commercio sta soffocando, la Riviera é devastata, attivitá storicamente presenti in cittá chiudono, i cittadini obbligati a fare il periplo della cittá (in assenza di mezzi pubblici, a piedi) per raggiungere il posto di lavoro, i sacrifici e gli investimenti di chi ha creduto in Napoli, e non se ne é allontanato, buttati al vento dal Rivoluzionario Arancione del quale, ora, DOBBIAMO LIBERARCI.!!!

    Infine: l’opposizione dov’é??????
    É mai possibile che la parte politica, coloro che sono stati eletti e deputati a governare o a svolgere un azione di controllo e verifica delle azioni di chi governa, oggi, a fronte di tale devastazione, dormono sopiti in un’inspiegabile letargo assistendo, inermi, al delirio di un uomo solo?
    SVEGLIATEVI ANCHE VOI e fate battaglia. Saremo al vostro fianco!

  5. Nella speranza spero nn vana speranza che il successore sia decisamente migliore !!!!!!!!!!!

  6. luca scrive:

    arretirt mappiiinnn!!!

  7. Giuliana Scotto di Santolo scrive:

    Bastaaa

  8. junio valerio scrive:

    un parolaio schizzofrenico che in meno di due anni ha fatto il miracolo di farci rimpiangere la peggiore Iervolino!!Un kim jong in salsa partenopea con un codazzo di satrapi inetti inefficienti al limite del ridicolo.Non riuscirebbero nemmeno ad amministrare un piccolo condominio!!L’unica cosa che ci ha scassato de magistris è il ………..zo! si levi dalle palle subito!!

  9. juniovalerio scrive:

    Troviamo un sacerdote coraggioso,lontano dal fumo di satana che invade in ns vescovato e cardinale, zerbini di de magistris,e organizziamo una processione per chiedere il miracolo alla Madonna dell’aiuto immediato sita in piazza dante affinchè ci liberi da questo virus simile al colera qual’è il sindaco parolaio.

  10. rosalia ratti scrive:

    COME SINDACO HAI FALLITO ABBI IL CORAGGIO DOVERE DI DIMETTERTI…BASTA HAI SCASSATO VERAMENTE NON SOLO LE P…. MA PURE IL C…. MA VA A F…….. SINDACO SINDACO???????PRRRRRRRRRRRRRRRRR

  11. guglielmo campajola scrive:

    Cosa volete commentare….e’ incommentabile.Basta

  12. Massimo Ricciardi scrive:

    Solo un suggerimento. Disertare in maniera drastica tutte le manifestazioni, inaugurazioni, convegni e simili avvenimenti alle quali intervenga questo personaggio. Anche io come molti altri credevo che non ci potesse essere sindaco peggiore di chi lo ha preceduto ma il peggio, poveri noi, purtroppo è sempre possibile!

  13. Giorgio Parlato scrive:

    Consiglio a Tutti di leggere un interessantissimo articolo a firma del Prof. Galasso, pubblicato sull’edizione domenicale del Corriere del Mezzogiorno; la svolta è nel risveglio della società civile. Se desideriamo che noi ed in particolare i nostri figli vivano in una città civile abbiamo il diritto e forse il dovere di cambiare le cose, liberando una volta per tutte la nostra città da un sistema politico vetusto ed inquinato. Attenti però a non ripetere l’errore che molti di noi hanno commesso votando per l’attuale Sindaco che uomo politico non lo era, non lo è e per fortuna non lo sarà mai. Il percorso che ci divide da un vivere quotidiano, ispirato alle elementari regole di civiltà, è lungo e tortuoso, ma uniti ed accomunati dallo stesso spirito e dal raggiungimento dello stesso obiettivo, non impossibile.

  14. mariano migliaccio scrive:

    Le recenti disposizioni riguardanti la limitazione del traffico nella zona di Chiaia hanno spostato l’intero flusso di traffico sostanzialmente lungo Corso Vittorio Emanuele, provocando in tal modo un incremento insostenibile dell’inquinamento atmosferico prodotto dagli autoveicoli. Infatti l’aumento a dismisura dei veicoli circolanti su questa strada, che comporta un rallentamento drastico della velocità media di percorrenza (circolazione di tipo stop and go), produce emissioni inquinanti dagli autoveicoli di almeno quattro-cinque volte superiori a quelle che si avrebbero in condizioni di traffico ordinario. Il danno quindi ricade tutto sugli attuali residenti del Corso e, per la contiguità, del quartiere Chiaia.
    prof. Mariano Migliaccio, Ordinario di Motori a Combustione Interna, Università di Napoli Federico II

  15. PaoloRossi scrive:

    Dopo tutto quello che ci hanno fatto passare suggerisco un nuovo sito da sottoscrivere http://www.bastoniamolitutti
    compreso sindaco, giunta, consiglio e dirigenza comunale.
    Napoli era una Città col cuore in mano per questi 4 ciabattini è diventata una città con le pezze al sedere.
    Immondizia, buche nelle strade, trasporti pubblici, mazzette privilegi. Dobbiamo ribellarci.
    Personalmente la ZTL potrebbe farmi anche comodo perché si è ridotta la sosta dei falsi handicappati che non possono mostrare ai controlli i falsi permessi, ma comunque è ingiustificata e deleteria

    • marino scrive:

      non bisogna cacciarli ma chiuderli nelle stanze del potere dove loro si nutrono o murarli vivi in attesa che si duvorino tra di loro.

  16. clara carpio scrive:

    Quelli che l’hanno votato come hanno potuto credere che un magistrato fallito e cretino amico di INGROIA!!!!potesse amministrare Napoli?Quali poteri magici gli hanno attribuito? Ahimè ridateci Iervolino(ma che dico mi sto rimbecillendo…).”Gigino ‘ o pazzo non rompere più il….Io non amo più questa città sporca,incivile e ignorante,inoltre ritengo sia illegale privare i cittadini che pagano tasse di possesso, assicurazione e quant’ altro del diritto di utilizzare il PROPRIO mezzo di trasporto.Il suo commento alla manifestazione di ieri è stato sulla camorra autrice degli scontri:ma come si permette questo “minus habens” di chiamare camorristi dei cittadini?

  17. Laura de magistris scrive:

    Sono d’accordo su tutto ho partecipato alle manifestazioni ma per il momento nome e servito lui continua a fare quello che vuole, bisogna fermarlo che schifo la mia bella città invidiata da tutti e sporca piena di transenne ha rovinato la bellissima via Caracciolo napoletani facciamo qualcosa. Laura

  18. giuseppe amitrano scrive:

    Il problema principale è che molta gente l’ha votato e sono gli stessi che 7 anni fa e 12 anni fa hanno votato per la Iervolino…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *